SISTEMI DI GESTIONE


Un sistema di gestione aziendale è la condivisione a tutti i livelli dell’organizzazione di semplici principi:

dire quello che si vuole fare
fare quello che si è detto
verificare quello si è fatto
cercare continuamente di migliorare (nel senso di rendere più efficace ed efficiente) ciò che si dice e si fa

se poi quello che si fa rispetta tutti i requisiti di norme come la ISO 9001, la ISO 14001/EMAS, la ISO 45001/18, la SA8000…. allora il sistema di gestione aziendale è anche certificabile!

L'attività di consulenza consiste nel preparare l'azienda ad affrontare la verifica ispettiva con l'organismo di certificazione e comprende:

Redazione di tutta la documentazione di Sistema ai sensi della norma di riferimento (Manuale, Analisi Ambientali Iniziale, Dichiarazione Ambientale, Procedure, Istruzioni, Documenti di Registrazione, ecc...)
Valutazione degli aspetti Ambientali (ISO14001/EMAS)
Valutazione dei Rischi (D.Lgs. 81/08)
Formazione del personale
Valutazione e monitoraggio dei processi
Individuazione degli obiettivi e delle opportunità di miglioramento
Gestione della soddisfazione dei clienti
Gestione non conformità
Riesame del sistema
Attività di Audit sia di prima che di seconda parte.

QUALITÀ
L’attività di consulenza consiste in:

Verifica del Contesto dell’Organizzazione e della Gestione dei Rischi;
verifica delle attività, dei processi, dei ruoli e delle funzioni;
elaborazione della politica aziendale e prima individuazione di obiettivi e relativi indicatori;
individuazione e definizione delle modalità di gestione dei processi interni all'azienda e le relative responsabilità;
realizzazione ed adozione del Sistema di Gestione;
formazione del personale;
audit interni con riesame;
assistenza durante l'Audit Ente di Certificazione;


I benefici potenziali per un'organizzazione, derivanti dall'attuazione di un sistema di gestione per la qualità basato sulla norma internazionale, sono:

a) la capacità di fornire con regolarità prodotti e servizi che soddisfino i requisiti del cliente;
b) facilitare le opportunità per accrescere la soddisfazione del cliente;
c) affrontare rischi e opportunità associati al suo contesto e ai suoi obiettivi;
d) la capacità di dimostrare la conformità ai requisiti specificati dal sistema di gestione per la qualità.

AMBIENTE
L’attività di consulenza consiste in:

Effettuare analisi tecnico-organizzativa dell’azienda in riferimento alla Norma UNI EN ISO 14001 o al Regolamento EMAS
Analisi delle attività aziendali e delle infrastrutture che possono avere impatto significativo sull’ambiente (Analisi Ambientale Iniziale).
Implementazione del Sistema di Gestione Ambientale, con redazione di Manuale, Procedure, Istruzioni e Modulistica conformemente al sistema di riferimento (ISO 14001 e/o EMAS)
Attività di formazione in materia di protezione ambientale.
Realizzazione della dichiarazione ambientale (EMAS).
Attività di audit interni del Sistema di Gestione Ambientale.

SICUREZZA
La UNI ISO 45001/18 consente alle organizzazioni di attuare un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro che aiuta le organizzazioni a gestire meglio i rischi e a migliorare le loro prestazioni attraverso la creazione e l’attuazione di politiche e di obiettivi efficaci.

I potenziali benefici derivanti dall’applicazione della norma includono:

la riduzione degli incidenti sul lavoro,
la diminuzione dell’assenteismo e del turnover e quindi una più alta produttività,
la riduzione dei costi dei premi assicurativi,
la creazione di una cultura della prevenzione, della salute e della sicurezza che incoraggi i lavoratori a svolgere un ruolo attivo,
un miglioramento del morale dei lavoratori,
il maggiore impegno dei vertici aziendali a migliorare le performance di salute e sicurezza sul lavoro,
la capacità di soddisfare gli obblighi legali e normativi dell’organizzazione,
un miglioramento dell’immagine e della reputazione.

L’attività di consulenza consiste in:

Verifica sull'adozione e l'attuazione del SSL secondo il D. Lgs. 81/08 e s.m.i. attraverso l'analisi del Documento di Valutazione dei Rischi,
istruzioni operative, relativa modulistica e della formazione svolta secondo quanto stabilito dalla normativa vigente;
realizzazione ed adozione del Sistema di Gestione;
formazione del personale;
audit interni con riesame;
assistenza durante l'Audit Ente di Certificazione;
mantenimento del SSL

ETICA
La norma SA 8000 è uno standard internazionale di certificazione redatto dal Council of Economical Priorities Accreditation Agency (CEPAA) il cui obbiettivo è la certificazione di alcune caratteristiche di un’organizzazione (azienda privata o ente pubblico) in merito alla responsabilità sociale d’impresa (RSI) conosciuta anche come CSR (Corporate Social Responsibility).

La norma, tramite l’implementazione di un sistema di gestione con relative procedure, consente di verificare la propria conformità in relazione alla tutela contro lo sfruttamento dei minori, al rispetto dei diritti umani (facendo riferimento alla Dichiarazione Universale), al rispetto dei diritti di lavoratori ed alla salute e sicurezza dei lavoratori.

Come tutti gli standard riguardanti modelli di gestione, fa riferimento alla nozione di miglioramento continuo e prevede una sorveglianza annua nonché un controllo permanente in interno.
Fare parte delle aziende certificate dà a un’organizzazione garanzie di sostenibilità sociale nonché vantaggi in termini di immagine.
ALIMENTARE
Diversi sono gli standard presenti e certificabili in ambito sicurezza ed igiene alimentare: ISO 22000, IFS, BRC.
L'attività di consulenza consiste nell'accompagnare l'azienda alimentare verso l'implementazione di tali norme.

ISO 22000
Standard volontario per la certificazione di sistemi di gestione della sicurezza in campo alimentare.
Lo scopo principale è quello di sviluppare il metodo HACCP in tutto il sistema produttivo del settore alimentare con l’obiettivo di garantire la sicurezza alimentare in tutta la filiera.
Lo standard si rivolge a tutti gli attori coinvolti nella catena alimentare: aziende agricole, mangimifici, allevamenti, aziende agroalimentari, supermercati, rivenditori al dettaglio e all'ingrosso, aziende di trasporto, produttori di packaging e macchinari alimentari, aziende fornitrici di prodotti per la pulizia e sanificazione, fornitori di servizi.

La norma ISO 22000 consente alle aziende di:

Implementare e rendere operativo un sistema di gestione della sicurezza agroalimentare all'interno di un quadro di riferimento chiaramente definito e sufficientemente flessibile da soddisfare le specifiche esigenze correlate al business dell’azienda
Comprendere e identificare i rischi effettivi ai quali sono potenzialmente esposti sia l’azienda che i consumatori
Implementare strumenti finalizzati a misurare, monitorare e ottimizzare in modo efficace tutte le performance relative alla sicurezza agroalimentare
Rispettare in modo ottimale i vincoli imposti dalla legislazione e i requisiti aziendali



BRC (Britisch Retail Consortium)
Schema di produzione alimentare prevalentemente richiesto dalla grande distribuzione inglese.
E' un modello ispettivo da adottarsi per la valutazione e il controllo dei fornitori di prodotti alimentari a marchio alimentare destinato alla grande distribuzione, al fine di garantire che tali prodotti siano realizzati nel rispetto di requisiti igienici e qualitativi ben definiti.
Essenzialmente lo standard BRC prevede:

l'adozione di un Sistema di Gestione per la Qualità documentato;
l'adozione di un sistema HACCP (Analisi dei Rischi e punti critici di controllo);
il controllo di standard per gli ambienti di lavoro, per il prodotto e il processo;
la definizione e l’applicazione delle modalità di gestione del personale.



IFS (International Food System)
Lo standard IFS è il corrispettivo del BRC per i paesi dell'area centro europea (Austria, Svizzera, Francia e Germania).

E 'stato sviluppato da un consorzio al quale aderiscono le realtà più rappresentative dei retailer del centro Europa ed ha lo scopo di favorire l'efficace selezione dei fornitori alimentari a marchio della GDO (Grande Distribuzione Organizzata), sulla base della loro capacità di fornire prodotti sicuri, conformi alle specifiche contrattuali e ai requisiti di legge.
ORGANIZZAZIONE E GESTIONE
L’articolo 30 del D. Lgs.81/08 disciplina i Modelli di Organizzazione e di Gestione (MOG) che esimono dalla responsabilità amministrativa le Aziende di cui al D. Lgs.231/01.

In sostanza, il datore di lavoro, pur restando il garante per la sicurezza dell’Azienda, con l’adozione di un efficace MOG può esimersi da determinate responsabilità.
Area Riservata